primi della tradizione, Ricette dal mondo

Tortelli di zucca Mantovani”belli e buoni”

Le prime notizie che si hanno dei tortelli di zucca,risalgono al cinquecento alla corte dei Gonzaga,a Mantova i Gonzaga coltivano la nobile arte della cucina e dell’accoglienza e per questo é diventato il piatto simbolo della cucina Mantovana.Le caratteristiche di questo piatto sono la combinazione del sapore dolce della zucca, con il salato del formaggio grana,il dolce amaro degli amaretti,il piccante della mostarda e lo speziato della noce moscata. Lo Scopo di tale preparazione era di ottenere un piatto gustoso e nutriente,con quel poco che l’economia contadina forniva.Solitamente sono dei piccoli involucri di sfoglia all’uovo di forma  rettangolare,farciti di zucca preparata al forno o al vapore e con altri ingredienti sopra elencati. IMG-20171110-WA0003

Il suo condimento tradizionale e costituito da burro fuso in tegame scurito ed aromatizzato alla salvia e con l’aggiunta di formaggio grana direttamente nel piatto,oppure li possiamo anche trovare con altri sughi ad esempio di pomodoro.Nel Mantovano è tradizione preparare questo piatto alla vigilia di Natale per esigenza di magro ed evitare di consumare la carne.

Ingredienti

Farina OO gr 6.50(anche miscelata con grano duro) 6 uova intere+3 tuorli, 1cucchiaiodi olio evo, zucca pulita senza buccia kg 1,mostarda di mele gr 200, amaretti gr 150, grana padano stagionato gr 100, pane raffermo gr 30, la buccia di 1 limone, una grattugiata di noce moscata, un cucchiaio di sciroppo della mostarda, burro fuso a piacere ma abbondante,circa gr 150 e qualche rametto di salvia.

Esecuzione

Preparare la pasta, nella planetaria mettere gli ingredienti:le uova,la farina,e l’olio per formare impasto,lavorarlo poi con le mani e poi avvolgerlo con la pellicola e riporlo in frigorifero per qualche ora,per poi stenderlo.Preriscaldare il forno,tagliare la  zucca in quattro pezzi,togliere la buccia,i filamenti e i semi;lavarla e asciugarla ed aggiungere ad ogni pezzo un grano o di sale grosso,avvolgerla nella stagnola,posizionarla su di una placca con cartaforno e infornare a 150°per 40’.Quando avrà raggiunto la sua cottura, scolarla per togliere eventuali residui di acqua e passarla al passaverdure per ottenere una polpa densa, intanto farla raffreddare.Preparare la mostarda,leggermente frullata,gli amaretti ridotti in granella,il formaggio e il pane grattuggiato,la noce moscata e la buccia del limone e per ultimo il cucchiaio di sciroppo della mostarda,amalgamare bene,assaggiare se tutto è equilibrato e riporre il ripieno in frigorifero per alcune ore,e quando ogni ingrediente avrà dato il suo sapore e profumo,trasferire il tutto nella sac a poche per porre i gnocchetti di ripieno sulla pasta, per poi chiuderli.Cuocerli in acqua bollente salata con una manciata di sale grosso,scolarli bene e condirli con con burro fuso dorato, salvia e spolverare con grana padano,guarnire a piacere.

IMG-20171110-WA0004

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...